Rianimatori del Gaslini volano nella notte a Trieste con un elicottero della Guardia Costiera per trasferire al pediatrico genovese una bambina colpita da emorragia cerebrale.

Il team di Trasporto Paziente Critico – Ecmo dell’Istituto Giannina Gaslini, composta dal Direttore UOC Terapia Intensiva Neonatale e Pediatrica Andrea Moscatelli e dall’infermiera pediatrica Ilaria Reale, è partito durante la notte scorsa da Genova per Trieste, per trasferire all’ospedale Gaslini una bambina di 5 anni colpita da emorragia cerebrale e ricoverata all’Ospedale pediatrico Burlo Garofalo di Trieste.


Donati 4600 euro all’ospedale Gaslini grazie alla Comunità Islamica di Genova che ha promosso una raccolta fondi da destinare all’Istituto per l’acquisto di strumentazioni sanitarie di supporto alla lotta contro il Covid-19.

Genova. La Comunità islamica genovese si è attivata offrendo il proprio contributo per sostenere la gestione dell’emergenza sanitaria che ha colpito anche la città di Genova:  alcune associazioni appartenenti alla Comunità Islamica di Genova hanno promosso una raccolta fondi da destinare per l’acquisto di strumentazioni sanitarie di supporto alla lotta contro il Covid-19.


Gaslini: istruzioni per l’uso.

Abbiamo raccolto in questa pagina tutti i nostri video tutorial su come comportarsi nel nostro istituto nella fase 2 della pandemia.


15 maggio 2020: nel giorno del suo anniversario di fondazione l’Ospedale Gaslini riapre le attività differite inoltrandosi nella “fase 2” della pandemia.

Ingresso in ospedale con mascherina chirurgica obbligatoria, un solo accompagnatore, attività ambulatoriali su prenotazione, papà ammessi in sala parto.

Genova. Venerdì 15 maggio l’Istituto Giannina Gaslini compie 82 anni e festeggia i suoi piccoli ospiti offrendo ovetti di cioccolato a tutti i bambini che usufruiscono delle visite ambulatoriali (su prenotazione) presso il padiglione 20 “Ospedale di Giorno” e un gelato a coloro che si trovano all’interno dell’Ospedale presso l’entrata del padiglione 16, tutti offerti da generosi donatori.


Riorganizzazione coronavirus: l’ospedale e i servizi nella fase 2 della pandemia

Con la progressiva riduzione del lockdown epidemico, dal 4 maggio 2020 il Nostro ospedale ha predisposto una nuova proposta organizzativa per accogliere in sicurezza tutti i bambini che necessitano di cure con il loro famigliare e le future mamme per dare alla luce i loro figli, nonché per la contestuale tutela lavorativa dei propri operatori e collaboratori.


FASE 2 – Aggiornamenti e istruzioni. Orari, modalità di accesso e prestazioni

si accede all’interno della cinta ospedaliera dell’Istituto Gaslini dalle ore 6 alle ore 20.

  • SOLO PREVIA ESIBIZIONE DEL BADGE PERSONALE OVVERO TESSERA SANITARIA E POSSESSO DELLA DOCUMENTAZIONE DI ACCESSO
  • MASCHERINA SUL VISO
  • E MISURAZIONE della temperatura corporea NON =>a 37,5°C

FLYING ANGELS FOUNDATION ONLUS E ISTITUTO GIANNINA GASLINI: un volo dalla Guinea a Genova e un delicato intervento di cardiochirurgia, non effettuabile nel suo paese, salvano la vita a una bimba di due anni, affetta da una grave patologia cardiaca.

Genova, 21 aprile 2020 Fatoumata ha 18 mesi e vive in Guinea. La bambina è affetta da atresia polmonare con rami polmonari piccoli e non confluenti: una patologia cardiaca non operabile nel suo paese. Grazie alla stretta collaborazione tra Istituto Giannina Gaslini e Flying Angels – onlus specializzata nel trasferimento aereo di bambine e bambini gravemente malati – Fatoumata è volata a Genova, dove ha potuto essere sottoposta ad un delicato intervento cardiochirurgico, eseguito dal cardiochirurgo Halkawt  Nuri della Cardiochirurgia del Gaslini.


“Io mi racconto”: i bambini ricoverati al Gaslini partecipano a un concorso creativo sulla loro esperienza in ospedale

In premio ogni settimana 3 mega uova di cioccolato da un kg donate da MSC Foundation all’IRCCS Giannina Gaslini insieme a molte altri dolci pasquali

Genova. È stata una Pasqua speciale per i bambini ricoverati all’ospedale Gaslini: MSC Foundation, la fondazione del Gruppo MSC che si occupa di sostenibilità, ha donato all’Ospedale pediatrico genovese 50 mega uova di cioccolato e migliaia di altri dolci pasquali. Questa grande donazione ha permesso di fare festa all’interno di ogni reparto di degenza con bambini e personale nelle giornate di Pasqua e Pasquetta.