Gaslini diffuso

Le strutture di Pediatria e Neonatologia degli ospedali di Imperia, Pietra Ligure, Savona, Lavagna e La Spezia diventano poli dell'Istituto pediatrico Gaslini. Il nuovo sistema distribuisce l'eccellenza dell' ospedale Gaslini su tutto il territorio ligure.

IMPERIA

Pediatria e Neonatologia, Ospedale di Imperia
responsabile dott.  Riccardo Borea
riccardoborea@gaslini.org

LAVAGNA

Pediatria e Neonatologia, Ospedale di Lavagna
responsabile dott. Andrea Gazzolo
andreagazzolo@gaslini.org

SAVONA

Pediatria e Neonatologia, Ospedale di Savona
Primo Soccorso pediatrico, Ospedale di Pietra Ligure
responsabile dott. Alberto Gaiero
albertogaiero@gaslini.org

LA SPEZIA

Pediatria e Neonatologia, Ospedale di La Spezia
responsabile dott.ssa Maria Franca Corona
mariafrancacorona@gaslini.org

Dal primo luglio 2022 l’ospedale Gaslini si è aperto al territorio ligure a ricomprendere tutte le pediatrie ospedaliere provinciali per garantire non solo la presenza del ‘marchio’ ma soprattutto delle professionalità in ambito clinico e scientifico dell’Istituto di ricovero e cura pediatrico genovese.

Si tratta di un’operazione complessa e unica in Italia di collaborazione aziendale, che ha l’obiettivo e la filosofia di base di condividere sul territorio un’eccellenza riconosciuta a livello italiano e internazionale come il Gaslini, che in questo modo moltiplica i suoi punti di ingresso, garantendo la presa in carico dei bambini in tutte le province.

Chiunque si recherà in uno dei reparti di pediatria sul territorio, così come chi nascerà in quelle sedi troverà l’eccellenza del Gaslini, frutto della condivisione di capacità scientifica e competenze realizzata con il progetto ‘Gaslini Liguria’, ovvero con l’attribuzione al Gaslini delle funzioni sanitarie assistenziali in ambito pediatrico e neonatologico, in precedenza assicurate dalle diverse Asl liguri. Il progetto ‘Gaslini Liguria’ ha previsto infatti che tutte le pediatrie e neonatologie ospedaliere, con l’eccezione dell’area metropolitana, diventassero poli del Gaslini, per dare ai cittadini la certezza che ovunque si apra la porta di un reparto di pediatria, da Imperia alla Spezia, sia esattamente come aprire la porta di quel reparto al Gaslini a Genova.

L’obiettivo generale che l’Istituto si propone con il progetto è quello di rendere il SSR più efficace, efficiente e uniformemente distribuito nel territorio per gli aspetti inerenti all’assistenza dell’età pediatrica e neonatale, rinforzando il livello di fiducia delle famiglie nei confronti del SSR attraverso il far sistema dell’elevata capacità assistenziale del Gaslini e del suo modello di attenzione e presa in carico dei bisogni dei pazienti e delle famiglie (patient-family centred care).

Nell’ambito del Dipartimento di Scienze Pediatriche, diretto dal dr. Elio Castagnola (direttore UOC Malattie Infettive del Gaslini) è stata pertanto istituita l’Area intradipartimentale ‘Gaslini Diffuso’ per accogliere le 4 nuove Pediatrie Gaslini, il cui coordinamento è stato affidato al dr. Riccardo Borea, responsabile della Pediatria e Neonatologia di Imperia.

Tale scelta organizzativa vuole essere funzionale a facilitare il progressivo e continuo confronto clinico e scientifico, per realizzare, con la dovuta gradualità, percorsi di presa in carico del paziente pediatrico e neonatologico sempre più funzionali in termini di qualità e appropriatezza, omogenei e condivisi con i professionisti delle Pediatrie Gaslini nel territorio ligure: saranno quindi intensificati i collegamenti con i reparti pediatrici del territorio ligure e di questi con la pediatria di libera scelta, in un’ottica di collaborazione e continuità ospedale-territorio che semplifichi e favorisca il percorso dei pazienti secondo appropriatezza e qualità, offrendo il livello di cura più adeguato al bisogno del bambino.

Nel contempo si metteranno a disposizione anche dei territori più lontani da Genova le competenze specialistiche dell’Istituto, nella duplice prospettiva di impiegare le risorse per soddisfare i nuovi bisogni di salute dei pazienti e delle loro famiglie e incrementare la risposta ai bisogni esistenti, con l’obiettivo di far crescere il sistema e il livello di fiducia dei cittadini nei confronti dello stesso.