Emergenza Ponte Morandi – avviso all’utenza



8/10/2018

L’Istituto Giannina Gaslini, in accordo con il piano di azioni a breve e medio termine predisposte con la vicepresidente e assessore alla Sanità di Regione Liguria Sonia Viale e con Alisa, per il superamento delle criticità sanitarie connesse all’emergenza logistica del Ponente genovese, ha predisposto le seguenti azioni

 

Creazione di una succursale degli Ambulatori specialistici a Ponente

in considerazione delle concrete difficoltà dell’utenza del ponente ligure a raggiungere il Gaslini per le attività elettive, l’Istituto ha predisposto di trasferire alcune prestazioni ambulatoriali presso il ponente dell’ASL3. A far data dal 12 ottobre presso il Palazzo della Salute ASL3 di Pegli ogni venerdì sarà possibile usufruire di prestazioni ambulatoriali con appuntamenti in fascia mattutina e pomeridiana.

Interverranno i responsabili delle strutture complesse delle discipline individuate e infermieri strutturati ed esperti: in modo da fornire ai piccoli pazienti la stessa competenza assicurata in Istituto.

Un’attenta analisi del numero e della casistica delle prestazioni ambulatoriali richieste, nonché della fragilità dei pazienti interessati, ha portato a individuare quattro specialità per l’avvio del progetto: Ortopedia, Oculistica Dermatologia e Neuropsichiatria Infantile.

Inizialmente la prima fase del progetto prevede il coinvolgimento dei pazienti residenti nel ponente genovese, che avranno la possibilità di recarsi agli ambulatori di Pegli nella ASL3, solo in un secondo momento si valuterà anche l’apertura di ambulatori pediatrici specialistici presso le ASL1 e ASL2.

Nella prima fase di attuazione e per una migliore organizzazione e sperimentazione del servizio l’ospedale sta provvedendo a ricontattare i pazienti già prenotati nelle discipline coinvolte e residenti a Genova e nei comuni limitrofi afferenti all’ASL3. Non è quindi ancora possibile per il cittadino richiedere direttamente la prenotazione nelle sede di Pegli. Un volta esaurita la chiamata dei pazienti in lista d’attesa potrà essere valutata la possibilità di offrire la prenotazione diretta da parte dei cittadini, almeno per tutta la durata dell’emergenza relativa al crollo del ponte Morandi.

 

Facilitazioni per l’accesso di tutti i residenti nel Ponente cittadino

I residenti di via Porro (civici 5, 6A, 8,10, 12, 14, 16, 79 e 11) e Via Campasso (civici 41 e 49) sono esentati dal pagamento della sosta.

Inoltre dal 1 ottobre 2018 i pazienti residenti nell’area a ponente del Ponte Morandi che usufruiscono di prestazioni e visite specialistiche e gli operatori dell’Istituto residenti nell’area a ponente del Ponte Morandi pagano il 50% della sosta. (Si raccomanda di utilizzare solo ed esclusivamente la cassa manuale all’uscita previa presentazione di un documento di identità).

 

Facilitazioni orarie e di accesso per i dipendenti

I lavoratori che risiedono o sono domiciliati nelle zone cittadine di Medio Ponente, Ponente, Valpolcevera e nella riviera o nell’entroterra del Ponente ligure, interessate da problemi di viabilità a causa del crollo del ponte Morandi, sono invitati a presentare all’UOC Gestione Risorse Umane le relative istanze sull’apposito modulo entro il 22 ottobre. E’ possibile richiedere di poter modificare parzialmente l’orario di servizio, di essere interessati a procedure di mobilità interaziendale, di poter accedere all’Istituto con il proprio mezzo e altre istanze particolari.

 

Informazioni utili per chi avesse difficoltà ad usufruire di prestazioni sanitarie già prenotate a causa di problemi legati alla viabilità

Per risolvere le eventuali difficoltà ad usufruire di prestazioni diagnostiche e visite specialistiche già prenotate a causa di problemi collegati alla viabilità, il Gaslini mette a disposizione dei cittadini un numero telefonico dedicato (tel. 010 56362814) dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 12.