32 – Centro Trasporto paziente critico/ECMO

Reparto di riferimento: Terapia Intensiva Neonatale e Pediatrica

Responsabile: Moscatelli Andrea

CONTATTI

Locazione: Padiglione 17, primo piano

Recapiti telefonici:
+39-010-5636440-442
Per urgenze (attivazione team e consulenza/supporto medico h24, 7 giorni/7) +39-010-3760808 , +39-335-7593974

ATTIVITÀ

Principali patologie trattate:

Trasporto di pazienti critici in tutte le età pediatriche, inclusa quella neonatale, affetti da gravi insufficienze d’organo che richiedano supporto cardio-respiratorio avanzato, monitoraggio neurologico multiparametrico e/o supporto extracorporeo (ECMO-Extracorporeal Membrane Oxygenation, CRRT-Continuous Renal Replacement Therapy) o trattamento avanzato delle vie aeree.

Principali prestazioni:

Trasporto di pazienti critici a mezzo ambulanza, elicottero ed aereo su tutto i territorio nazionale e a livello internazionale (es.: Europa, America del Nord, Africa). Il Team è dotato di tutti i materiali per poter stabilizzare il paziente presso il centro inviante e trasportarlo al Gaslini garantendo standard assistenziali uguali o superiori rispetto a quelli in atto presso l’ospedale di provenienza. Utilizzo in trasporto di tecniche di monitoraggio e supporto vitale avanzato: monitoraggio emodinamico invasivo, ecocardiografia, emogasanalisi point of care, ventilazione convenzionale, ventilazione percussiva ad alta frequenza, ossido nitrico inalatorio, accesso venoso centrale ed arterioso, posizionamento e gestione di drenaggi toracici, trattamento avanzato delle vie aeree difficili con possibilità in trasporto di endoscopia flessibile ed accesso anteriore alla trachea, monitoraggio neurologico multiparametrico in trasporto (pressione intracranica, ossigenazione cerebrale, Doppler transcranico), supporto vitale extracoroporeo cardio-polmonare tramite ECMO Veno-Venoso o Veno-Arterioso (cannulazione percutanea presso il centro inviante, anche nel neonato, e trasporto in ECMO). Il team di trasporto è generalmente composto da un medico Anestesista Rianimatore-Neonatologo Pediatra, specializzato nella terapia intensiva del neonato e del bambino critico, coadiuvato da un’infermiera di terapia intensiva. Nei casi più complessi il team può essere integrato da un secondo intensivista, da un’altra Infermiera, da un Tecnico Perfusionista e da un Cardiochirurgo.

STAFF

Lo staff medico con background di formazione in Anestesia e Rianimazione, Pediatria, Neonatologia e Cardiochirurgia è composto da 14 unità, con guardia attiva 24 ore/24, 7 giorni/7 di 2 medici.

Dr. Andrea Moscatelli (specialista in Anestesia e Rianimazione ed in Pediatria) – Direttore UOSD

Dr. Franco Lerzo – Responsabile UOS Terapia Intensiva Cardiologica (specialista in Cardiochirurgia)

Dr.ssa Elisabetta Lampugnani – Incarico di Alta Specializzazione Risposta Rapida all’Emergenza Intraospedaliera e Trasporto (specialista in Anestesia e Rianimazione)

Dr.ssa Stefania Bianzina (specialista in Anestesia e Rianimazione)

Dr.ssa Silvia Buratti (specialista in Anestesia e Rianimazione ed in Pediatria)

Dr.ssa Annamaria Carleo (specialista in Anestesia e Rianimazione ed in Cardiochirurgia)

Dr.ssa Alessia Franceschi (specialista in Anestesia e Rianimazione ed in Pediatria)

Dr.ssa Raffaella Marrocco (specialista in Anestesia e Rianimazione)

Dr.ssa Camilla Micalizzi (specialista in Anestesia e Rianimazione)

Dr.ssa Alessia Montaguti (specialista in Anestesia e Rianimazione)

Dr.ssa Lara Petrucci (specialista in Anestesia e Rianimazione)

Dr. Stefano Pezzato (specialista in Anestesia e Rianimazione)

Dr. Franco Puncuh (specialista in Anestesia e Rianimazione)

Dr.ssa Simona Silvetti (specialista in Anestesia e Rianimazione)

 

Il gruppo infermieristico è composto da oltre 60 Infermiere Pediatriche, specializzate nella terapia intensiva  e nel trasporto del neonato e del bambino, con competenze ultraspecialistiche in ventilazione meccanica, ECMO e CRRT. Lo staff infermieristico è coordinato dalla Sig.ra Annalisa Costa.

La Sig.ra Monica Faggiolo, Infermiera Pediatrica, è responsabile delle competenze infermieristiche del CCETT.

Tutto il personale è addestrato attraverso corsi EPALS (European Pediatric Advanced Life Support), NLS (Neonatal Life Support) e ALS (Advanced Life Support).

Contesto specialità:

Il team ha come mission quella di rendere accessibili le più qualificate cure intensive ed interventi chirurgici specialistici a neonati e bambini critici che non abbiano prospettive di miglioramento presso i centri in cui si trovano, in Italia e all’estero.

Se necessario, il trasporto può essere effettuato in sicurezza in ECMO.

Viene fornita assistenza telefonica ai Colleghi dei centri invianti per facilitare la stabilizzazione del paziente in attesa dell’arrivo del team di trasporto. Il team è disponibile per supportare i Sistemi di Emergenza 118 nella stabilizzazione sul territorio e nel trasferimento di pazienti critici al Gaslini.

Principali patologie trattate:

  • Politrauma
  • Trauma cranico grave, infezioni del sistema nervoso centrale, stroke
  • Coma e alterazioni dello stato di coscienza, encefalopatia post-anossica
  • Patologia ostruttiva e malformativa delle vie aeree
  • Grave insufficienza respiratoria/ARDS
  • Ernia diaframmatica congenita, ipertensione polmonare del neonato, distress respiratorio neonatale, sindrome da inalazione di meconio
  • Cardiopatie congenite, aritmie, sepsi grave-shock settico, shock cardiogeno (miocarditi, cardiomiopatie), nel neonato e nel bambino
  • Insufficienza renale anche ad esordio neonatale (trattamento renale sostitutivo e bridge al trapianto)

Atresia esofagea, onfalocele, gastroschisi e patologie chirurgiche addominali del neonato

Riconoscimento:

La UOSD Centro di Terapia Intensiva Neonatale e Pediatrica ha oltre 50 anni di esperienza nella terapia intensiva del neonato e del bambino. Negli ultimi anni sono state sviluppate competenze specifiche sulle patologie chirurgiche e cardiovascolari del neonato e su quelle mediche e chirurgiche del bambino e del giovane adulto, con particolare specializzazione nei supporti extracorporei per le gravi insufficienze respiratorie, cardiache (ECMO), renali (CRRT), nel trattamento delle patologie congenite delle vie aeree e nella neurorianimazione. E’ uno dei pochi centri pediatrici ed europei in grado di garantire la stabilizzazione ed il trasporto di neonati e bambini critici in Italia e all’estero con la possibilità di instaurare il supporto in ECMO presso i centri invianti e di effettuare in sicurezza il trasporto in ECMO.

La UOSD ha sviluppato una tecnica di cannulazione percutanea ecoguidata per l’ECMO Veno-Venoso, pubblicando una delle casistiche più ampie nel bambino di età inferiore all’anno e nel neonato, con le complicanze più basse riportate in letteratura.

Il reparto è membro dell’Extracorporeal Life Support Organization (www.ELSO.org).

Referenze:

La UOSD Centro di Terapia Intensiva Neonatale e Pediatrica è sede formativa per molte scuole di specializzazione in Anestesia e Rianimazione ed in Pediatria italiane. Accoglie regolarmente medici ed infermieri osservatori dall’Italia e dall’estero. Collabora al Master di II Livello in Anestesia, Terapia Intensiva Neonatale e Pediatrica dell’Università degli Studi di Brescia. Ha organizzato corsi di formazione teorico-pratici sulla ventilazione meccanica, l’ECMO, il trauma pediatrico e l’ecocardiografia in terapia intensiva neonatale e pediatrica in collaborazione con partners internazionali.

Principali linee di ricerca:

  • Cannulazione percutanea per l’ECMO e la CRRT nel neonato e nel bambino
  • ECMO e supporti extracorporei per insufficienza respiratoria e cardiaca nel neonato e nel bambino
  • Tecniche di depurazione plasmatica extracorporee
  • Trasporto
  • Neurorianimazione
  • Terapia intensiva nella chirurgia delle vie aeree
  • Ventilazione meccanica
  • Neurorianimazione e monitoraggio multiparametrico

Collaborazioni internazionali:

  • Division of Critical Care, Boston Children’s Hospital, Boston, MA, USA.
  • Division of Critical Care, Sikkids Children’s Hospital, Toronto, Canada.
  • Division of Critical Care, Pittsburgh Children’s Hospital, Pittsburgh, PA, USA.
  • Primary Care Children’s Hospital, Salt Lake City, UT, USA.
  • Pediatric Intensive Care Unit, Rady Children’s Hospital, San Diego, CA-USA.
  • Department of Clinical Neurosciences, Cambridge University, UK.
  • Neonatal Intensive Care Unit, Royal Prince Alfred Hospital Sydney, Australia.
  • Neonatal Intensive Care Unit, Columbia University, New York, USA.
  • Division of Cardiology, Keck School of Medicine, University of Southern California Los Angeles, USA.

Principali Pubblicazioni:

Intensivists performed percutaneous bicaval double-lumen echo guided ECMO cannulation at bedside in newborns and children: a retrospective analysis (Moscatelli A et al., in press, Pediatric Critical Care Medicine)

Extracorporeal blood purification techniques in children with hyper-inflammatory syndromes: a clinical overview.

Bottari G, Di Nardo M, Gleeson J, Minoia F, Moscatelli A, Cecchetti C, Verrina EE.

Minerva Anestesiol. 2019 Feb 7. doi: 10.23736/S0375-9393.19.13189-6. [Epub ahead of print]

 

Epidemiology of Infectious Complications During Extracorporeal Membrane Oxygenation in Children. A Single Center Experience in 46 Runs.

Castagnola E, Gargiullo L, Loy A, Tatarelli P, Caviglia I, Bandettini R, Grasso C, Lampugnani E, Pezzato S, Tuo P, Moscatelli A.

Pediatr Infect Dis J. 2017 Dec 22. doi: 10.1097/INF.0000000000001873. [Epub ahead of print]

 

First experience on bilirubin removal with a hemoadsorption column (Lixelle®) in a child with cardiogenic liver injury.

Bottari G, Moscatelli A, Verrina EE, Lerzo F, Taccone FS.

Int J Artif Organs. 2017 Sep 15;40(9):522-525. doi: 10.5301/ijao.5000615. Epub 2017 Jun 20.

 

Venovenous ECMO for Congenital Diaphragmatic Hernia: Role of Ductal Patency and Lung Recruitment.

Moscatelli A, Pezzato S, Lista G, Petrucci L, Buratti S, Castagnola E, Tuo P.

Pediatrics. 2016 Nov;138(5). pii: e20161034. Epub 2016 Oct 13.

 

Hybrid blood purification strategy in pediatric septic shock.

Bottari G, Taccone FS, Moscatelli A.

Crit Care. 2016 Nov 10;20(1):366. No abstract available.

 

Long-Term Extracorporeal Membrane Oxygenation as Bridging Strategies to Lung Transplantation in Rapidly Devastating Isolated Langerhans Cell Histiocytosis.

Sacco O, Moscatelli A, Conte M, Grasso C, Magnano GM, Sementa AR, Martelli A, Rossi GA.

Pediatr Blood Cancer. 2016 May;63(5):941-3. doi: 10.1002/pbc.25912. Epub 2016 Feb 3.

 

Emergency percutaneous, bicaval double-lumen, ECMO cannulation in neonates and infants: insights from three consecutive cases.

Moscatelli A, Buratti S, Gregoretti C, Lampugnani E, Salvati P, Marasini M, Ribera E, Fulcheri E, Tuo P.

Int J Artif Organs. 2015 Sep;38(9):517-21. doi: 10.5301/ijao.5000432. Epub 2015 Sep 29.

Associazioni di volontariato:

Il reparto è supportato dall’associazione “La Rianimazione dei Bambini ONLUS” (www.larianimazionedeibambinionlus.it)