10 – Centro di Trasporto Neonatale

Reparto di riferimento: Team Trasporti Neonatale

Responsabile: Bellini Carlo

CONTATTI

Locazione: Padiglione 12, III e IV piano

010-56362218; 388-3620876

carlobellini@gaslini.org; patologianeonatale@gaslini.org

ATTIVITÀ

Principali patologie trattate:

Qualsiasi emergenza del periodo neonatale

Principali prestazioni:

Attualmente lo STEN è strutturato in UOSD affidata al dott. Carlo Bellini, facente parte del Dipartimento Mamma&Bambino, Istituto Gaslini. E’ attivo da l 1° febbraio 1995, continuativamente. L’organico dello STEN è costituito dai medici e dalle infermiere in ruolo presso la UOC di Patologia e Terapia Intensiva Neonatale dell’Istituto Gaslini, Genova.

Per essere ammessi a far parte della equipe di trasporto, il personale medico deve aver dimostrato l’acquisizione di “skills” specifici, di cui all’elenco successivo, e di aver trascorso un adeguato periodo di tirocinio sia in terapia semintensiva e quindi intensiva neonatale, assumendo il ruolo di medico di guardia operante in autonomia; il personale infermieristico deve aver acquisito gli “skills” necessari sostanzialmente con le stesse modalità, prima svolgendo assistenza in terapia semintensiva e quindi intensiva, prima sotto la guida di personale esperto, e quindi in autonomia. La valutazione del raggiungimento delle opportune capacità saranno stabilite, per le rispettive competenze, dal responsabile della UOSD Trasporto Neonatale, e dalla Coordinatrice infermieristica. La particolare tipologia del servizio STEN non comporta attività di follow-up, che peraltro è svolta sempre dalla UOC di Patologia e Terapia Intensiva Neonatale dell’Istituto Giannina Gaslini, Genova; in altre parole, i neonati trasportati e ricoverati nella UOC di Patologia e Terapia Intensiva Neonatale sono inseriti nel Follow-up del neonato gestito dalla suddetta UOC.

In generale, il presente STEN ritiene che debbano essere soddisfatte alcune condizioni essenziali per essere ammessi a tale specifica attività di alta specializzazione. Il personale medico deve essere certificato secondo la attuale normativa per essere assunto in un reparto di terapia intensiva neonatale, quindi deve essere specialista in Pediatria.

Skills tecnici:

  • intubazione endotracheale, via orale e nasale;
  • ventilazione con maschera;
  • posizionamento linea venosa periferica;
  • posizionamento catetere venoso centrale per via periferica;
  • posizionamento catetere venoso ombelicale;
  • posizionamento catetere arterioso ombelicale;
  • toracocentesi;
  • conoscenza dei principi di ventilazione meccanica neonatale;
  • conoscenza del ventilatore / dei ventilatori in uso allo STEN;
  • utilizzo delle varie modalità di O2 terapia (maschera, cannule nasali);
  • utilizzo ossido nitrico;
  • somministrazione di surfattante;
  • posizionamento linea infusionale intraossea;
  • posizionamento linea arteriosa periferica;
  • utilizzo del defibrillatore.

Conoscenza generale:

  • capacità di gestione autonoma di condizioni che possono potenzialmente mettere in pericolo la vita;
  • arresto cardio-polmonare;
  • condizioni con perdita di aria (pneumotorace, pneumomediastino, pneumopericardio);
  • cardiopatie congenite e disturbi del ritmo;
  • shock;
  • sepsi;
  • condizioni addominali di pertinenza chirurgica, come onfalocele, gastroschisi, ostruzione intestinale, perforazione intestinale ed altre comuni urgenze chirurgiche;
  • traumi alla nascita;
  • encefalopatie ipossico ischemiche di varia origine;
  • convulsioni neonatali;
  • emorragia intracranica;
  • malattie metaboliche;
  • coagulopatie;
  • sindromi malformative anche complesse;
  • pazienti ai limiti della vivibilità, estremamente prematuri;
  • prematurità;
  • ritardi di crescita intrauterini;
  • figli di madre diabetica.

Curriculum generale:

  • interpretazione di esami radiologici;
  • interpretazione dei comuni esami di laboratorio del neonato;
  • farmacopea neonatale;
  • gestione dei liquidi;
  • conoscenza della strumentazione in uso (ambulanza ed elicottero compresi);
  • nozioni almeno di base medico legali ed etiche;
  • modalità di documentazione;
  • gerarchia della composizione della equipe di trasporto;
  • sicurezza a bordo dei mezzi impiegati e comportamento in caso di incidente;
  • capacità di pubbliche relazioni;
  • utilizzo dei mezzi di comunicazioni in uso allo STEN;
  • aspetti specifici di fisiologia neonatale applicata al trasporto;
  • aspetti psico-sociali legati al trasporto;
  • controllo delle infezioni;
  • monitoraggio della qualità durante il trasporto.

Di tutto il personale, medico ed infermieristico, appartenente alla UOC di Patologia e Terapia Intensiva Neonatale, sono impiegati nello STEN gli operatori più esperti, in particolare quelli che abbiano maturato le obbligatorie competenze raggiunte durante l’attività di terapia intensiva. Il responsabile dello STEN e la caposala della UOC di Patologia e Terapia Intensiva Neonatale dell’Istituto Gaslini hanno la responsabilità di valutare le competenze degli operatori inseriti o da inserire nella attività dello STEN. La preparazione per gli operatori ancora non pronti per lo STEN avviene all’interno del reparto, sotto la supervisione del responsabile e della caposala. Le persone inserite nell’organico dello STEN, ovviamente quindi tutte con elevate competenze specialistiche di terapia intensiva neonatale, sono in condizioni di svolgere l’attività di diagnosi e cura per la particolare popolazione costituita dai neonati che necessitano di trasferimento urgente.

STAFF

Lo staff è costituito da una sola persona (dott. C. Bellini) afferente alla UOSD Trasporti Neonatali; il personale fa parte della UOC Patologia e Terapia Intensiva Neonatale, alla quale si rimanda.

Il dott. Bellini è laureato in Medicina (1978), specializzato in Pediatria (1981) e Genetica (1993), dottore di ricerca Scienze Pediatriche (1987); è professore a contratto Università di Genova; è autore di circa 300 pubblicazioni scientifiche, molte dedicate al trasporto neonatale. Attuale segretario del Gruppo di Studio Trasporto Neonatale della Società Italiana di Neonatologia.

Contesto specialità:

Triennio 2015-2017 (compresi). Numero totale di trasporti effettuati 677 ( 175 “back-transport”). Questo volume di lavoro, abbastanza costante nel corso di tutta l’attività dello STEN a partire dal 1995, grosso modo oscillante intorno a 230-250 trasporti annui, pone il nostro servizio tra i primi 4 più grossi servizi in Italia. Lo STEN Liguria ha trasportato neonati affetti da ogni possibile patologia neonatale, ovviamente con alcune condizioni più frequenti di altre, in particolare neonati affetti da distress respiratorio o asfissia.

Lo STEN si rivolge istituzionalmente a tutti i centri nascita della Liguria ed opera per il trasferimento immediato ed urgente dei neonati bisognosi di cure che solo il Gaslini può erogare. Inoltre si rivolge a chiunque abbia necessità di trasferire un neonato critico sia in Italia, Europa o territori extraeuropei. E’ in condizione di trasportare neonati anche su lunghe distanze, con elicottero o aereo. Dispone di attrezzatura adeguata a rendere anche elicotteri o aerei non predisposti al trasporto neonatale perfettamente rispondenti alle eventuali necessità.

Riconoscimento:

Il Trasporto Neonatale è attività che richiede grande esperienza ed un alto grado di competenza e professionalità. Arrivare a svolgere questa attività significa essere ottimi pediatri, ottimi neonatologi intensivisti, ed avere sviluppato la capacità di operare in solitudine in ambienti a scarse risorse diagnostiche e, ancora di più, al di fuori di realtà ospedaliere come avviene durante il trasferimento del paziente. Si deve essere in grado di operare utilizzando ogni mezzo necessario, generalmente ambulanza terrestre, ma anche elicotteri o aerei. L’equilibrio personale degli operatori indispensabile per gestire situazioni di emergenza richiede alta competenza e specificità e un lungo periodo di maturazione professionale.

Referenze:

  • Ricerca. Il responsabile STEN dott. Bellini è stato relatore di numerose tesi Laurea in Medicina, successivamente pubblicate su riviste internazionali, aventi come oggetto vari aspetti dello STEN; inoltre ha collaborato con le Facoltà di Fisica, Economia, Architettura per specifiche tesi su problemi specifici relativi allo STEN, anche in questo caso pubblicate o in via di pubblicazione. Sono molte le pubblicazioni scientifiche pubblicate relative alla attività STEN, non riportate per limiti di spazio. E’ in fase di registrazione in Italia, e a breve in Europa, un brevetto a collaborazione Facoltà Architettura/Gaslini relativo alla progettazione delle incubatrici da trasporto.
  • Formazione. Organizzazione del primo congresso internazionale europeo sul trasporto neonatale: Transport of high risk neonates, excellence in perinatal medicine: when skill makes the difference, tenutosi a Genova, 23-25 gennaio 2015. I direttori del congresso sono stati il dott. L.A. Ramenghi, direttore UOC Patologia e Terapia Intensiva Neonatale del Gaslini e il dott. C. Bellini, UOSD Trasporto Neonatale del Gaslini. Il congresso ha visto la partecipazione di moltissimi esperti internazionali del trasporto, provenienti da ogni parte del mondo. Il congresso ha avuto vasta eco sia sui media (vedi a tale proposito rassegna stampa del Gaslini) sia sulla stampa scientifica (vedi per esempio, N Engl J Med 371;12 nejm.org september 18, 2014, pag. 1172). Altra iniziativa di grande rilievo è la recente istituzione della Scuola di Alta Formazione per il Trasporto Neonatale del Gaslini che inizierà la propria attività ad inizio 2019. Per conto della Società Italiana di Neonatologia il dott. Bellini ha redatto le Raccomandazioni per lo STEN, recepite e pubblicate dalla Società come documento di riferimento nazionale. Altre iniziative non sono riportate per limiti di spazio.
  • Collaborazioni e network. Sono molti e si riferiscono ai più importanti servizi di trasporto europei, americani ed australiani.

Associazioni di volontariato:

Attualmente lo STEN non ha associazioni di volontariato dedicate. La Cicogna Sprint che afferisce alla UOC Patologia e Terapia Intensiva Neonatale si è occupata anche di trasporto. Il trasporto ha in passato fruito di donazioni dedicate.

 

SCARICA LA BROCHURE 

VIDEO