Laboratorio terapie sperimentali in oncologia

CONTATTI

Tipologia: UOSD – Unità Operativa Semplice Dipartimentale
Direttore Laboratorio
: Mirco Ponzoni

Valeria Corrias, Dirigente Sanitario I Livello, IAS
Chiara Brignole, Dirigente Sanitario I Livello

Fabio Pastorino, Dirigente Sanitario I Livello
Patrizia Perri, Contrattista di Eccellenza Biologo
Daniela Di Paolo, Contrattista Biologo

Da definire, Contrattista Tecnico Biomedico
Elena Giusto, Tesista Laurea Magistrale in Scienze Biologiche

Francesca Fogliacco, Tesista Laurea Magistrale in Biotecnologie

Eleonora Ciampi, Tesista Laurea Magistrale in Biotecnologie

Il Laboratorio di Terapie Sperimentali in Oncologia è una Unità Operativa Semplice Dipartimentale (UOSD) che fa parte del Dipartimento Integrato “Servizi e Laboratori”.

Il Laboratorio svolge la propria attività prevalentemente nell’ambito della ricerca traslazionale sui tumori pediatrici ma è anche coinvolto all’interno di reti diagnostico-terapeutiche nazionali ed internazionali.

La UOSD è diretta dal Dott. Mirco Ponzoni ed include al proprio interno un Incarico di Alta Specializzazione (IAS), 2 Dirigenti Sanitari, 2 Biologi Contrattisti, 1 Tecnico Contrattista e 3 Tesisti (vedere lista Personale per dettagli).

ATTIVITA’ DI RICERCA

L’attività di ricerca del Laboratorio di Terapie Sperimentali in Oncologia si esplica lungo le seguenti linee di azione:

  • Neuroblastoma: angiogenesi e microambiente tumorale
  • Neuroblastoma: sviluppo di nuove modalità  terapeutiche
  • Neuroblastoma: valutazione molecolare della malattia midollare ed ematica e sua rilevanza clinica
  • Neuroblastoma: meccanismi di immunosoppressione tumore-mediati
  • Nanotecnologie applicate alla terapia dei tumori
  • Terapia genica anti-tumorale basata sul RNAinterference

Linee di ricerca

L’attività di ricerca del Laboratorio di Terapie Sperimentali in Oncologia è focalizzata principalmente sul neuroblastoma (NB) ed altri tumori di derivazione neuroectodermica. Gli studi sul neuroblastoma assorbono più dei due terzi delle risorse sia di personale che economiche del Laboratorio. Tale concentrazione di forze su questo tumore è giustificata dal fatto che il Gaslini è il Centro di Riferimento nazionale per la cura del NB e presso l’Istituto esiste una situazione ottimale per la ricerca (banca integrata di tessuto e materiale biologico, data base, ecc…).

Le ricerche attualmente in corso presso il Laboratorio di Terapie Sperimentali in Oncologia riguardano:

1) studio dei meccanismi di angiogenesi tumorale e sviluppo di nuove modalità di “targeting” dei vasi tumorali usando liposomi caricati con diversi tipi di farmaci anti-neoplastici e indirizzati ai vasi del tumore mediante legame con piccoli ligandi che riconoscono molecole specifiche; 2) sviluppo di formulazioni liposomiali caricate con farmaci anti-tumorali di vecchia e nuova generazione e leganti un anticorpo monoclonale che riconosce specificamente il ganglioside GD2 espresso sulla superficie delle cellule tumorali di origine neuroectodermica; 3) implementazione dell’efficacia terapeutica di farmaci anti-tumorali mediante la somministrazione sito-selettiva guidata da peptidi penetranti; 4) implementazione delle terapie anti-tumorali basate sul targeting molecolare: sviluppo di terapie geniche anti-tumorali basate sul silenziamento genico e/o sul replacement genico (RNAinterference); 5) sviluppo di approcci innovativi di terapia genica combinata in grado di sensibilizzare le cellule di NB alla chemioterapia convenzionale; 6) sviluppo e caratterizzazione di nuove nanoparticelle liposomiali che possano combinare l’effetto terapeutico nei confronti sia delle cellule tumorali che delle cellule staminali tumorali (CSC) di NB; 7) sviluppo di innovative nanoparticelle che possano combinare un agente per imaging ed un agente anti-tumorale in una stessa entità teranostica; 8) valutazione dell’efficacia terapeutica e di imaging sul modello di NB di innovative nanoparticelle polimeriche;  9) valutazione molecolare della malattia midollare ed ematica e sua rilevanza clinica nel NB; 10) caratterizzazione delle metastasi midollari in confronto alle cellule del tumore primario e studio del microambiente midollare nel NB; 11) valutazione dell’efficacia di approcci di immunoterapia in modelli animali immunocompetenti di NB;  12) studio dei meccanismi di “evasione” utilizzati dalle cellule tumorali per sfuggire al controllo del sistema immunitario e lo sviluppo di nuove strategie di immunoterapia capaci di aggirare gli stratagemmi posti in opera dal tumore; 14) messa a punto di modelli animali biologicamente e clinicamente rilevanti, detti patient derived xenografts (PDX), per lo studio di terapie sperimentali oncologiche; 15) messa a punto di modelli 3D di NB al fine di ridurre l’utilizzo degli animali nella sperimentazione preclinica, in accordo con il principio delle 3R (reduce, refine, replace).

La collaborazione con diverse strutture interne al Gaslini è essenziale per il successo di queste ricerche.

Unità di Oncologia Pediatrica dell’Istituto per la selezione e cura dei pazienti oncologici, la messa a punto di terapie oncologiche sui modelli animali relati al paziente oncologico e per lo studio del ruolo del Microbioma nell’iniziazione, progressione e risposta alle terapie di pazienti con neuroblastoma.

Altre collaborazioni interne:

  • UOC Anatomia Patologica (Dr.ssa Angela Sementa)
  • UOSD Patologia Feto-perinatale (Prof. Ezio Fulcheri)
  • UOC Laboratori centrali di Analisi (Dr. Gino Tripodi)
  • Laboratori Core Facilities (Dr. Andrea Petretto, Dr.ssa Genny Del Zotto)

 

Principali collaborazioni

Nazionali
– Prof. Domenico Ribatti, Dipartimento di Anatomia e Istologia Umana, Università di Bari: Angiogenesi e anti-angiogenesi nel neuroblastoma.
– Prof. Angelo Corti e Dr. Flavio Curnis, Istituto San Raffaele, DIBIT, Milano: Targeting vascolare.
– Prof. Gianmario Sambuceti, Unità di Medicina Nucleare, IRCCS AOU San Martino-IST, Genova: Imaging e processi tumorali, terapeuticità e cardiotossicità.
– Prof. Cristina Bottino, Dipartimento di Medicina Sperimentale, Sezione di Patologia generale, Università di Genova e IRCCS Gaslini: Meccanismi di evasione immunitaria e immunoterapia nel Neuroblastoma.
– Prof. Roberta Castriconi, Centro Eccellenza Ricerche Biomediche, Università Genova: Meccanismi di evasione immunitaria e immunoterapia nel Neuroblastoma.
– Prof. Paolo Decuzzi, Dipartimento di Drug Design and Development, Istituto Italiano di Tecnologia, Genova: Sviluppo di nanotecnologie applicate alla terapia dei tumori.
– Dr. Pier Paolo Pompa, Nanobiointeractions&Nanodiagnostics, Istituto Italiano di Tecnologia, Genova: Meccanismi di internalizzazione di nanoparticelle biomediche.
– Prof. Maurizio Botta, Dipartimento Biotecnologie, Chimica e Farmacia, Università degli Studi di Siena: Sviluppo di nanotecnologie applicate alla terapia dei tumori.
– Dr. Alessandro Gori, Istituto di Chimica del Riconoscimento Molecolare, Consiglio Nazionale delle Ricerche, Milano: Disegno e sviluppo di peptidi penetranti
– Dr. Serena Marchiò, IRCCS Candiolo e Dipartimento Oncologia, Università di Torino, Torino: Interazione microambiente tumorale e cellule neoplastiche.
– Prof. Gabriella Sozzi, Laboratorio di Genomica Tumorale, Dipartimento Oncologia Sperimentale, IRCCS INT-Milano: Sviluppo di terapie geniche sperimentali per patologie oncologiche.
– Prof. Carlo Tacchetti e Dr. Silvia Bruno, Dipartimento Medicina Sperimentale, Università di Genova: Imaging tumorale.
– Dr. Michele Cilli e Dr.ssa Laura Emionite, IRCCS Azienda Ospedaliera Universitaria San Martino-IST, Genova: Sviluppo di modelli animali per terapie sperimentali oncologiche.
– Prof. Mario Capasso, Dipartimento di Molecular Medicine and Medical Biotechnologies, Università di Napoli Federico II, Napoli: Studi di genomica sui pazienti di neuroblastoma
– Prof. Nicola Segata, Laboratory of Computational Metagenomics, Centre for Integrative Biology, Università Trento: Studi di metagenomica in età pediatrica.

Internazionali:
– Prof. Joao N. Moreira, Faculty of Pharmacy and Center for Neurosciences and Cell Biology, University of Coimbra, Portogallo: Sviluppo di terapie sperimentali oncologiche basate sulle nanotecnologie ed il targeting.
– Prof. Gabriele Cerrone, Gensignia IP Ltd. Londra (UK): Sviluppo di brevetti relati al targeting tumorale e alle terapie geniche.
– Prof. Deborah Tweddle, Newcastle Cancer Centre and University, Newcastle upon Tyne (UK): Riattivazione dell’oncosopressore P53 nel Neuroblastoma.
– Dr. Arturo Sala, Department of Life Sciences, Institute of Environment and Health, Brunel University, London (UK): meccanismi di angiogenesi.
– Professor Susan Burchill, CR-UK Cancer Medicine Research Unit, St James’sUniversity Hospital, Leeds (UK): valutazione molecolare della malattia midollare ed ematica nei pazienti affetti da neuroblastoma.



DOCUMENTI CORRELATI

 Ricerca_13006_61
 Principali-collaborazioni_13008_61

STAFF

Brignole Chiara
Corrias Maria Valeria
Di Paolo Daniela
Pastorino Fabio
Perri Patrizia
Ponzoni Mirco