Centro Trapianto Midollo Osseo

CONTATTI

Tipologia: UOSD – Unità Operativa Semplice Dipartimentale

Localizzazione:
Degenze:  Padiglione DEA – 4° piano
Day Hospital: Padiglione 3 – 2° piano

 

Per richieste di prenotazioni

Studi Medici: tel. 010 56362 405 – fax 010 3777133

e-mail:

ped4segr@gaslini.org
edoardolanino@gaslini.org
maurafaraci@gaslini.org
stefanogiardino@gaslini.org

Degenze: tel. 010 56362 507/508 – fax 010 3777133

Day Hospital: tel. 010 56362 551/682 – fax 010 56362421
e-mail: ped4-dh@gaslini.org

ATTIVITA’ CLINICA

  • Il Trapianto di Cellule Staminali Emopoietiche (TCSE) rappresenta l’unica possibilità di cura per molte forme di leucemie, linfomi, tumori solidi e malattie non neoplastiche sia congenite che acquisite dell’età pediatrica, quali emoglobinopatie, insufficienze midollari, immunodeficienze, errori congeniti del metabolismo. La procedura del TCSE necessita di competenze specialistiche multidisciplinari che sono organizzate in un “Programma Trapianto” accreditato JACIE/CNT dal 2011, in grado di assistere il paziente durante tutto il processo di cura, dalla ricerca del donatore sia nel contesto familiare che nei registri dei donatori volontari/banche di sangue cordonale, sino al follow-up a lungo termine. L’attività di trapianto si svolge in un reparto di degenza dedicato con 6 camere singole protette con filtro HEPA e pressione positiva, e nella fase pre-postTCSE presso il Day Hospital ed in collaborazione con la UOSD Assistenza Domiciliare. Il follow-up a lungo termine è assicurato a tempo indefinito nel contesto del programma “guariti” del Dipartimento di Scienze Pediatriche ed Emato-oncologiche.
  • Il Centro Trapianto di Midollo Osseo ha iniziato la sua attività nel 1984, e da allora sono stati eseguiti 1520 trapianti, 2° centro in Italia per numero di procedure eseguite in ambito pediatrico. La provenienza dei pazienti è extraregionale in oltre 80% dei casi, e, nell’ultimo decennio, per il 30% di questi, extranazionale.
  • Il Programma Trapianto è accreditato dal GITMO/CNT ad erogare ogni tipo di procedura trapiantologica (autologo, allogenico da familiare compatibile o aploidentico, allogenico da non consanguineo adulto o da cordone ombelicale). Nel triennio 2015-17 sono stati eseguiti 148 trapianti (75 allogenici, 73 autologi); nel 43% dei trapianti allogenici il donatore è stato un familiare HLA-incompatibile (aploidentico), fonte utilizzata con crescente frequenza grazie all’implementazione di nuove piattaforme di manipolazione delle CSE, e che ha determinato la contrazione dei tempi di ricovero, la riduzione della severità e dell’incidenza delle complicanze immunomediate, con conseguente miglioramento dell’outcome.

AREE DI ECCELLENZA/ATTIVITA’ DI RICERCA

  • Trapianto allogenico da donatore familiare aploidentico: utilizzo di 2 diverse piattaforme nei pazienti affetti da patologie neoplastiche e non (ciclofosfamide post TCSE, selezione negativa TCRαβ/CD19) e confronto con donatore non consanguineo compatibile ≥ 9/10 loci HLA
  • Utilizzo di ripetuti cicli di chemioterapia ad alte dosi seguita da autotrapianto di staminali emopoietiche autologhe in neoplasie del sistema nervoso centrale ed altri tumori solidi a cattiva prognosi.
  • Analisi dell’efficacia e degli effetti acuti ed a lungo termine dei trattamenti antineoplastici e delle complicanze immunomediate post trapianto.
  • Studio sulla fertilità e sulla funzione riproduttiva in pazienti pre e post-puberi sottoposti a differenti regimi di preparazione al trapianto.
  • Studi prospettici di fase II-III sul trattamento della graft-versus-host disease (GVHD) refrattaria al trattamento di prima linea (anticorpi monoclonali; linfofotoaferesi extracorporea; TKI; inibitori di JAK)
  • Studio nazionale farmacologico prospettico sulla malattia veno-occlusiva epatica in pazienti pediatrici sottoposti a trapianto di cellule staminali ematopoietiche
  • Studio prospettico (GITMO) sulla valutazione diagnostica della GVHD cronica in accordo alle nuove valutazioni internazionali (NIH 2015)
  • Studio prospettico, multicentrico, multinazionale (EBMT) sui pazienti con VOD severa e trattati con Defibrotide.

 

Link utili

http://www.ibmdr.galliera.it/

http://www.gitmo.it/

http://www.aieop.org

http://www.ebmt.org/

 



DOCUMENTI CORRELATI


STAFF

D'Ulivo Barbara
Deiana Marco
Faraci Maura
Giardino Stefano
Giardino Stefano
Lanino Edoardo