Psicologia

CONTATTI

Responsabile: Cristina Venturino

Tipologia: UOSD – Unità Operativa Semplice Dipartimentale 
Tel
 010 5636.2346
(da lunedì a venerdì, orario 9.00-11.00)
E-mail: psicologia@gaslini.org

Localizzazione:

  • Padiglione 10 – VI piano

ATTIVITÀ

Il Servizio di psicologia attua interventi psicologici specialistici rivolti a bambini ed adolescenti in cura presso l’Istituto in regime di ricovero, day hospital e ambulatoriale. Gli interventi vengono effettuati sviluppando percorsi di diagnosi, cura e riabilitazione condivisi con le altre UU.OO. ospedaliere, nell’ottica di una presa in carico multidisciplinare dei pazienti secondo il modello della “Family centred care”.

Gli ambiti di attività della psicologia interessano trasversalmente le specialità pediatriche e riguardano principalmente il rischio psicologico connesso all’esperienza di malattia, l’ospedalizzazione, la cronicità, la gestione del dolore. L’attività clinica è suddivisa in Aree, al fine di integrare l’intervento psicologico nel sistema di cura e sviluppare risposte differenziate a seconda dei contesti e delle tipologie di destinatari. Per ogni Area è individuato un dirigente psicologo con funzione di referente.

AREA NEUROPSICOLOGIA E RIABILITAZIONE

Referente di Area: Ludovica Primavera

In questo ambito l’intervento psicologico si inserisce all’interno di percorsi multidisciplinari ed integrati, condivisi con altre UU.OO. dell’Istituto, in particolare le UUOO in ambito neuropsichiatrico, neurologico, riabilitativo, neurochirurgico. E’ volto a contribuire -per gli aspetti di competenza- alla valutazione diagnostica ed alla formulazione del progetto riabilitativo dei pazienti in età evolutiva con disturbi del neuro-sviluppo congeniti o acquisiti, individuando i bisogni del bambino e della famiglia, sia durante il ricovero sia nella fase post-dimissione e nel follow-up.

In ambito riabilitativo l’attività è rivolta a pazienti con Disabilità complesse motorie e globali, ed in particolare sono sviluppate le seguenti aree di intervento:

Comunicazione Aumentativa Alternativa e Ri-abilitazione cognitiva

Percorsi di sostegno psicologico in situazioni di disabilità a più alto funzionamento.

Sostegno ai percorsi ri-abilitativi per la continuità di intervento con agenzie esterne (centri specialistici, scuola etc).

Sostegno psicologico e psicoeducativo individuale e di gruppo alle famiglie.

AREA PSICOPATOLOGIA DELL’ETA’ EVOLUTIVA /ABUSO E MALTRATTMENTO

Referente di Area: MARIA D’APRUZZO

In questo ambito l’Unità Operativa gestisce in modo multidisciplinare secondo protocolli condivisi l’attività psicologico-clinica riferita a bambini e adolescenti con disturbi psicopatologici in regime di degenza, DH e ambulatoriale.

Viene effettuata una presa in carico diagnostica e terapeutica dei Disturbi della nutrizione e dell’alimentazione all’interno del Centro Integrato per la Diagnosi e il Trattamento dei Disturbi della Condotta Alimentare. Inoltre lo psicologo è parte integrante del gruppo ospedaliero multidisciplinare “Casa sull’Albero”, afferente al Dipartimento Emergenza ed Accettazione, dedicato alle situazioni di abuso e maltrattamento.

AREA EMATO-ONCOLOGIA

Referente di Area: SONIA DI PROFIO

In quest’Area l’interdisciplinarietà e l’integrazione delle cure sono requisiti indispensabili per una presa in carico globale dei bisogni del paziente e della sua famiglia. Gli interventi psicologici si declinano in stretta interconnessione con le equipe mediche referenti ed hanno come obiettivo quello di favorire, migliorare e sostenere l’adattamento alla malattia oncologica del bambino e della sua famiglia e promuovere una buona qualità di vita durante e dopo le cure.

La presa in carico del paziente e della sua famiglia avviene già in fase diagnostica e continua per tutta la durata del percorso terapeutico, in tutte le fasi della malattia e anche nei successivi follow up.

Il percorso prevede interventi che si declinano:

1) direttamente verso il paziente e la famiglia;

2) indirettamente attraverso il lavoro integrato in equipe, la collaborazione con i servizi extra sanitari (scuola, volontariato etc) e il lavoro di rete psicologica.

Vengono erogati tre livelli di intervento a seconda delle necessità:

  • Azioni di prevenzione del disagio emotivo
  • Approfondimento psicodiagnostico, valutazione neuropsicologica, psicoterapia di supporto
  • Presa in carico psicoterapeutica del paziente e/o del nucleo familiare

Le UU.OO di riferimento sono: UOC Ematologia – UOC Oncologia – UOSD Neuro Oncologia – Ambulatorio DOPO.

AREA DELLE PATOLOGIE RARE E CLINICAMENTE COMPLESSE IN ETA’ EVOLUTIVA

 Referente di Area: CRISTINA VENTURINO

In quest’area il Servizio di Psicologia si occupa di prevenire, valutare e trattare i disordini dello sviluppo, le alterazioni comportamentali e la co-morbilità psicopatologica legata alle condizioni di malattia in età pediatrica: malattia acuta e cronica, prematurità, malformazione congenita, malattie neurologiche, malattie rare, interventi chirurgici e procedure diagnostico terapeutiche dolorose, disturbi correlati ad eventi traumatici e stressanti, sintomatologie funzionali invalidanti. Anche in questo ambito l’intervento psicologico si inserisce all’interno di percorsi multidisciplinari ed integrati, a partire dalla comunicazione di diagnosi all’esordio della malattia e fino alla transizione delle cure.

In particolare vengono svolte attività di:

Assessment psicologico

Trattamenti di primo livello (Consulenza, supporto alla compliance, educazione terapeutica ed empowerment, consulenza scolastica agli insegnanti)

Trattamenti di secondo livello (psicoterapia individuale, familiare, gruppale)

Progetti formativi, supervisione sul team di cura.

AREA DELLE CURE PALLIATIVE – TERAPIA DEL DOLORE – CURE DOMICILIARI

Referente di Area: ELENA MOLINARI

Il lavoro dello psicologo in cure palliative e domiciliari si inserisce all’interno del più ampio lavoro dell’equipe interdisciplinare nell’ottica di una presa in carico multidimensionale del bambino con patologia inguaribile e bisogni assistenziali complessi e della sua famiglia. A ciò si aggiunge l’obiettivo di valutare la presenza di specifici bisogni psicologici nelle varie fasi del percorso di cura (accoglienza, supporto alla comunicazione di bad news, accompagnamento alla terminalità, continuità assistenziale nel passaggio alle cure domiciliari). Vengono effettuati interventi di sostegno psicologico per il paziente finalizzati a migliorare l’adattamento e promuovere la compliance ai trattamenti oncologici e palliativi in atto, consultazione psicologica per i familiari e interventi di sostegno per l’elaborazione del lutto.

In quest’area il Servizio di Psicologia collabora inoltre con gli specialisti coinvolti in modo trasversale nella gestione del dolore (acuto, cronico, procedurale, psicogeno) in età pediatrica, sintomo che come è noto ha un notevole impatto sulla qualità della vita durante e dopo la malattia, mediante interventi mirati a facilitare il controllo non farmacologico del dolore (interventi di supporto e relazione, interventi cognitivi e comportamentali).

AREA MATERNO INFANTILE

Referente di Area: CRISTINA VENTURINO

In quest’ Area sono attivi specifici progetti d’intervento in collaborazione con l’UO Ostetricia e Ginecologia, l’U.O. Neonatologia, la S.S.D. Diagnosi prenatale e medicina perinatale, l’UO Genetica, con particolare riguardo a:

Gravidanza fragile

Abortività Spontanea nel primo trimestre/ Interruzioni terapeutiche gravidanza

Diagnosi prenatale (consulenza psicogenetica)

Morte endouterina fetale

Rischio di parto pretermine

Sostegno psicologico per i genitori dei bambini nati prematuri e ricoverati in reparto

AREA BENESSERE ORGANIZZATIVO 

Referente di Area: CRISTINA VENTURINO

Partecipazione al Gruppo di Lavoro per la valutazione dei rischi psicosociali: stress lavoro-correlato e violenza (rif. Deliberazione 1718/2018).

Partecipazione a progetti e percorsi aziendali inerenti il miglioramento del clima organizzativo, la promozione della salute, l’umanizzazione delle cure.

Interventi di supervisione e supporto psicologico rivolti a gruppi di operatori con attività ad alta intensità emotiva (gruppi di debriefing).

Attivazione dello Sportello del Dipendente in collaborazione con il DIPS ed il Servizio di Medicina Preventiva

AREA FORMATIVA E DIDATTICA

Il Servizio di psicologia è sede formativa per tirocinanti e specializzandi in psicologia e psicoterapia per le Facoltà universitarie e Scuole Private riconosciute ai sensi dell’Art.3 del D.Lgs. n. 56/89.

Svolge attività di formazione rivolta al personale dell’Istituto; mantiene un collegamento con le associazioni di volontariato, con una funzione di supervisione dei progetti educativi e di sostegno ai bambini ricoverati ed alle loro famiglie.

 

LINEE DI RICERCA

  • Partecipazione a trial clinici con definizione di profili cognitivi e neuropsicologici
  • Partecipazione a progetti di ricerca su supporti tecnologici e informatici a scopo riabilitativo.
  • Studio degli esiti neuropsicologici e psicologici a lungo termine nei pazienti sopravvissuti a tumore cerebrale infantile.
  • Studi sul trauma relazionale e ospedaliero.
  • Studio dei Disturbi da Sintomi Somatici all’interno del paradigma dell’Attaccamento.
  • Valutazione dell’efficacia delle attività di supporto presenti in ospedale (clown, musicisti, pettherapy, gioco).


DOCUMENTI CORRELATI

 Unità Operativa_13006_108
 Attività clinica_13008_108
 Linee-ricerca_13010_108

STAFF

Biolcati Rinaldi Alessandra
Cimellaro Paola
D'Apruzzo Maria
Di Profio Sonia
Frisone Daniela
Lucentini Chiara
Molinari Elena
Parodi Alice
Preiti Deborah
Primavera Ludovica
Rebora Serena
Venturino Cristina