Benvenuto nel portale dell'ospedale pediatrico Gaslini - clicca per andare alla home page

scegli la lingua
Versione italiana English version
cerca nel sito
motore di ricerca
ultima modifica:   29/06/2015
Foto Unità Operativa

UOC Anestesia e Rianimazione neonatale pediatrica

Localizzazione: Padiglione 17 - Piano 1

 

Direttore: Dott.Pietro Tuo

 

Localizzazione: Padiglione 17 - Piano 1

Coordinatore infermieristico: Daniela Spennato

 

Segreteria Tel  010 5636 2445/2447

Segreteria Fax  010396202

segrianimazione@ospedale-gaslini.ge.it

 

Reparto Tel 010 5636  2440-2442-2443

Reparto Fax 010381164

rianimazione@ospedale-gaslini.ge.it

 

 

Prestazioni e servizi

 

Ambulatorio Anestesia Ostetrico-Ginecologica

Per informazioni / prenotazioni tel: 0105636 2739 dal Lunedì al Venerdì ore 12.00-14.00

 

Ambulatorio Follow Up Rianimazione Neonatale e Pediatrica

L’ambulatorio e` dedicato ai neonati/lattanti che, per complicanze perinatali o per patologia complessa, necessitano di un piano diagnostico e terapeutico a lungo termine dopo la dimissione  (per maggiori informazioni fare riferimento a Documenti correlati: Ambulatorio Follow Up Rianimazione)

Per informazioni/prenotazioni chiamare dal Lunedi` al Venerdi` ore 7.30-14.00

Tel: 010 3071076 (linea diretta) – 010 5636 2653

Fax: 010 396202

e-mail: followria@ospedale-gaslini.ge.it

 

 

Attività cliniche

 

Le attivita` cliniche si sviluppano nei seguenti ambiti:

 

1) ANESTESIA IN CHIRURGIA  E NELLE SPECIALITA` CHIRURGICHE

Responsabile: Dott. Giovanni Montobbio

 

L’attività anestesiologica si esplica nell’ambito di sette sale operatorie, tre postazioni diagnostiche radiologiche (1 TAC e 2 RMN), una sala di radiologia intervenzionale e un ambulatorio.

Le prestazioni erogate sono le seguenti:

  • Visite anestesiologiche preoperatorie per interventi chirurgici in regime di day-surgery e di ricovero ordinario
  • Anestesia generale nelle seguenti specialità chirurgiche:
    • Chirurgia generale pediatrica e neonatale
    • Chirurgia toracica
    • Chirurgia oncologica
    • Neurochirurgia
    • Chirurgia Maxillo-faciale e Odontoiatrica
    • Chirurgia oftalmologica
    • Chirurgia in Ortopedia e Traumatologia
    • Chirurgia Otorinolaringoiatrica
    • Chirurgia della trachea

 

  • Anestesia loco-regionale:
    • Epidurale caudale, lombare e toracica
    • Blocchi periferici single-shot e continui
    • Anestesia spinale nel neonato
    • Anestesia spinale nel bambino e adolescente

 

  • Anestesia e sedazione per procedure diagnostico-terapeutiche in:
    • Emato-oncologia
    • Diagnostica per immagini (TAC, RMN)
    • Endoscopia digestiva e respiratoria
    • Biopsie ecoguidate
    • Trattamenti infiltrativi articolari

 

2) SERVIZIO DI TERAPIA DEL DOLORE (Acute Pain Service)

Responsabile : Dott. Giovanni Montobbio

 

Il Servizio è composto da n°2 infermiere dedicate e da n° 1 anestesista-rianimatore non esclusivo.
L’attività è svolta tutti i giorni feriali, dal lunedì al venerdì, dalle ore 8 alle ore 15. Nelle ore notturne, nei festivi e durante il week-end l’attività è svolta dall’anestesista di guardia.

I campi di applicazione  dell’APS (Acute Pain Service) sono:

– Gestione del dolore acuto postoperatorio lieve, moderato, severo
L’APS segue e gestisce il decorso postoperatorio, per quanto concerne il lato dolore, dei pazienti pediatrici e delle pazienti ostetrico-ginecologiche avvalendosi delle principali tecniche di analgesia postoperatoria:
• Analgesia endovenosa a boli
• Analgesia endovenosa continua mediante elastomero
• Analgesia con morfina modalità PCA/PNCA
• Analgesia epidurale continua e PCEA
• Analgesia perineurale continua

 

– Gestione del dolore da procedura
 L’APS si occupa di redigere i protocolli per l’esecuzione di procedure mini invasive in sedazione  al di fuori dalla sala operatoria nella popolazione pediatrica e di promuovere la diffusione  e l’applicazione di tali protocolli all’interno dell’Istituto tramite corsi di formazione per il personale medico-infermieristico.
 L’APS inoltre si occupa di eseguire la sedazione  procedurale in caso pazienti affetti da patologie complesse e/o di procedure con maggior grado di invasità,  previa richiesta di consulenza da parte del personale di reparto.
La gestione del dolore procedurale si avvale sia di  farmaci  analgo-sedativi,  sia delle più comuni tecniche non farmacologiche di controllo :
• Tecniche di rilassamento
• Tecniche di distrazione
• Guanto magico 
• Tecnica dell’interruttore

Le principali procedure mini invasive che necessitano di sedazione  riguardano:
• Posizionamento accessi venosi periferici nel neonato e nel bambino
• Medicazione di ferite 
• Medicazione di ustioni
• Rimozione di drenaggi toracici, addominali, etc.

 

– Gestione del dolore postoperatorio persistente
L’APS, in caso di  interventi (Correzione di Pectus Excavatum secondo Nuss, Posizionamento di FEA per allungamento  e/o rotazione arti ) per i quali è prevista la persistenza di dolore per periodi più o meno lunghi dal momento della chirurgia, si prefigge l’obiettivo di continuare a seguire i pazienti ,  sempre per quanto concerne il controllo del dolore, anche una volta dimessi dall’ospedale. Tale obiettivo viene realizzato agendo su tre fronti:
In Ospedale: durante i DH di controllo nel reparto di provenienza il paziente riceverà una visita di controllo anche da parte del personale dell’APS al fine di valutare  l’efficacia della terapia in corso, la presenza di eventuali effetti collaterali e l’impatto sulla qualità di vita (frequenza scolastica, socializzazione), e sulla base di ciò viene deciso se modificare o continuare la terapia in corso.
Consulenze telefoniche: al momento della dimissione verrà fornito al paziente il numero di telefono  del nostro Servizio di Terapia del dolore, in modo da consentire al paziente stesso e alla sua famiglia di mettersi in contatto con un afferente all’APS per chiarimenti terapia, comparsa di effetti collaterali, gestione di dolore non controllato, una volta  rientrati a casa.
Creazione di una rete di contatti (tramite mail) con i medici del territorio (pediatra di base, medico di famiglia).  Cerchiamo in tal modo di coinvolgere il medico del territorio nella cura del paziente informandolo circa terapie, benefici e possibili effetti collaterali.

 

– Attività formativa e di ricerca
 L’APS  si dedica all’attività formativa attraverso l’attivazione di corsi aziendali rivolti al personale e corsi per professionisti esterni (pediatri di base o altre figure  professionali che svolgono la loro attività con pazienti pediatrici) in collaborazione con il COSD (Comitato Ospedale senza Dolore ) con l’obiettivo di diffondere le conoscenze circa “ riconoscere, misurare e trattare il dolore nel neonato e nel bambino).

L’APS è inoltre coinvolto in attività di ricerca :   sperimentazione farmacologica, studi su persistenza dolore postoperatorio a domicilio dopo chirurgia minore, dolore post tonsillectomia.

L’ APS è responsabile degli AUDIT periodici finalizzati alla valutazione  dei protocolli antalgici in uso e del loro monitoraggio.

 

– Attività informativa bambino-famiglia

L’APS si occupa di supportare e promuovere attività di informazione  volte principalmente alle famiglie e ai pazienti sul :

1) Percorso perioperatorio generico:
informazioni generali (valide cioè per qualsiasi bambino che giunge in ospedale e che deve eseguire un intervento chirurgico) ; al momento sono disponibili, solo su supporto digitale,  3 libretti informativi, età specifici, destinati ai piccoli pazienti.
                 
2) Percorso perioperatorio per patologie specifiche: al momento è disponibile solo l’informativa circa il percorso perioperatorio del paziente affetto da pectus exvatum, sia in formato digitale e cartaceo

 

3) Percorso postopertatorio: al momento sono disponibili, sia in formato digitale che carteceo, le informative su tecniche di analgesia complessa 
epidurale continua e morfina PCNA

 

 

3) ANESTESIA E ANALGESIA OSTETRICO-GINECOLOGICA

Responsabile: Dott. Alberto Gandolfo

 

L’attività anestesiologica si esplica nel Blocco Operatorio Ostetrico, comprendente:

  • n.3 box di sala parto
  • n.1 Sala per parto operativo
  • n.3 Sale Operatorie: n.2 per attività ordinaria e Day Surgery, n.1 per le urgenze
  • Recovery Room Ostetrica: n. 2 posti letto per assistenza materno-fetale di tipo semintensivo,
  • ambulatorio anestesiologico ostetrico-ginecologico.

 

 

Prestazioni erogate:

  • Visite anestesiologiche preoperatorie per interventi chirurgici in regime di day-surgery e ricovero ordinario
  • Visite anestesiologiche preparto
  • Anestesia nella specialità ostetrico-ginecologica
  • Anestesia e sedazione per procedure diagnostico-terapeutiche in:
  • Endoscopia digestiva e respiratoria
  • Biopsie ecoguidate
  • Analgesia del parto in modalità H24
  • Assistenza in Recovery Room della gravidanza ad alto rischio
  • Servizio di Guardia Anestesiologico Dedicato in ambito Ostetrico Ginecologico
  • Servizio di Terapia del Dolore Dedicato in ambito Ostetrico Ginecologico

 

 

4) RIANIMAZIONE NEONATALE E PEDIATRICA

Responsabile: Dott. Andrea Moscatelli

 

Reparto polivalente neonatale e pediatrico di 16 posti letto di Terapia Intensiva e 4 di Terapia Semi-Intensiva.

Pazienti trattati nel 2012: 600 pazienti pediatrici, 204 pazienti neonatali

 

  • Terapia Intensiva Neonatale: assistenza intensiva ai neonati a termine e pretermine con problematiche mediche e chirurgiche complesse (centro di riferimento per patologia congenita complessa).
  • DRICU (Delivery Room Intensive Care Unit) per il trattamento in sala parto di gravi patologie congenite.
  • Percorso nascita multidisciplinare per il trattamento delle principali patologie congenite di competenza chirurgica (es.: ernia diaframmatica congenita, onfalocele, gastroschisi, insufficienza renale neonatale-ipoplasia polmonare, etc.). 
  • Trattamento chirurgico e terapia intensiva del prematuro con pervieta` del dotto arterioso (intervento chirurgico eseguito in terapia intensiva).
  • Trattamento in ECMO del neonato affetto da ipertensione polmonare.
  • Trattamento avanzato del neonato affetto da ernia diaframmatica congenita: DRICU (stabilizzazione in sala parto con ventilazione oscillatoria ad alta frequenza ed ossido nitrico inalatorio), intervento chirurgico in terapia intensiva ed eventuale supporto in ECMO.
  • Terapia intensiva e trattamento di neonati/bambini affetti da VGAM (malformazione aneurismatica vena di Galeno). Dal 2008 al 2012 trattati 14 casi di VGAM neonatale.
  • Centro HUB regionale per il trattamento con ipotermia del neonato affetto da encefalopatia ipossico-ischemica. Dal 2009 al 2012 60 neonati inviati dai centri spoke per valutazione; 40 pazienti trattati con ipotermia terapeutica.
  • Terapia Intensiva Pediatrica: paziente affetto da patologie critiche acute afferente dall'interno dell’Istituto o proveniente da altri centri o dal territorio.
  • Ventilazione non invasiva, invasiva, ad alta frequenza oscillatoria e percussiva. Utilizzo di ossido nitrico inalatorio, anche in trasporto (ipertensione polmonare). Utilizzo di miscele elio-ossigeno, anche in ventilazione invasiva (gravi patologie ostruttive).
  • Trattamento di condizioni acute e croniche di insufficienza polmonare e/o cardiaca tramite ECMO (Extracorporeal Membrane Oxygenation), centro membro dell'Extracorporeal Life Support Organization (www.elsonet.org). Anno 2012: 7 casi neonatali e pediatrici.
  • Terapia intensiva del bambino e del giovane adulto affetto da fibrosi cistica e bridge al trapianto di polmone (ventilazione non invasiva eventuale ECMO e trasporto in ECMO al Centro Trapianti).
  • Terapia renale sostitutiva, con dispositivi a flusso continuo (CRRT - Continuous Renal Replacement Therapy), nelle insufficienze renali acute e croniche anche ad esordio neonatale e bridge al trapianto.
  • Plasmaferesi nel paziente critico con disfunzione multiorgano e/o patologie immunologiche.
  • Terapia Intensiva Cardiologica e Cardiochirurgica: assistenza perioperatoria ai bambini affetti da cardiopatie congenite e patologie cardiovascolari.
  • Terapia Intensiva Neurologica per pazienti affetti da trauma cranico, meningo-encefaliti, tumori cerebrali, emorragie cerebrali e patologie congenite del sistema nervoso centrale (monitoraggio avanzato multiparametrico: pressione intracranica, elettroencefalografia in continuo, flusso ed ossigenazione cerebrale).
  • Terapia intensiva del paziente immunodepresso e/o affetto da patologia emato-oncologica (ECMO, CRRT, plasmaferesi)
  • Terapia Intensiva Postoperatoria: assistenza ai bambini con patologia chirurgica complessa (neurochirurgici, chirurgia toracica, chirurgia addominale maggiore, chirurgia via aeree).
  • Team di Risposta Rapida-Trauma Team per la gestione delle emergenze intraospedaliere e presso il DEA-Pronto Soccorso (intervento su tutti i pazienti con accesso in codice rosso, trattamento del grave politraumatizzato). 
  • Assistenza a pazienti affetti da patologie respiratorie croniche e ventilazione meccanica domiciliare. Team dedicato per la formazione dei genitori per I'assistenza domiciliare al bambino in ventilazione meccanica e/o tracheostomizzato.
  • Trasporto del paziente critico (anche in ECMO o candidato ad ECMO), con team dedicato in ambulanza, elicottero ed aereo.
  • Centro di riferimento nazionale per la terapia intensiva del Grande Ustionato.
  • Diagnostica endoscopica delle vie aeree e terapia intensiva di supporto al Team Delle Vie Aeree
  • Trattamento con ipotermia del paziente pediatrico post arresto cardiaco.
  • Settore isolamento per il trattamento di patologie infettive altamente diffusive (es. sepsi meningococcica).
  • Settore terapia semi-intensiva con possibilita` di presenza di un genitore in reparto h24.
  • Settore procedure per l'esecuzione di diagnostica endoscopica e di interventi chirurgici su pazienti critici non trasportabili in sala operatoria (es. enterocolite necrotizzante del prematuro, posizionamento derivazioni ventricolari esterne nel prematuro).

 

 

5) TEAM DELLE VIE AEREE

Team Leader: Dott. Michele Torre

Fare riferimento a documenti correlati

Staff mostra questo blocco
Giudizio sul contenuto informativo della pagina
Risultato
  • 3
(1303 valutazioni)



Istituto Giannina Gaslini:
Via Gerolamo Gaslini, 5 - 16147 - Genova - Italia
Telefono +39.010-56361 - P.Iva 00577500101
CODICE IPA: UFG4S8   Leggi di più
__________________________
BANCA CARIGE, Ag. 58 Genova
C/c bancario 4632/90 - ABI 6175, CAB 01583, CIN Y
IBAN IT43Y0617501583000000463290
Bollino Rosa - Ospedale Donna Joint Commission International Bureau Veritas Certifica ISO 9001:2008 il Gaslini di Genova Regione Liguria Ministero della Salute Organizzazione mondiale della sanità
Portale internet realizzato da Progetti di Impresa Srl - Copyright © 2011