Regolamentazione dell’ospedale per la prevenzione e il controllo del coronavirus – Settembre 2021



L’evoluzione della situazione epidemiologica e l’aggiornamento del quadro normativo riguardante l’emergenza COVID-19 richiedono un aggiornamento del quadro delle misure di prevenzione e controllo dell’infezione da virus SARS-CoV-2 all’interno dell’Istituto.

File utili da scaricare

Disposizioni generali

  • è consentita la presenza in ospedale di docenti e studenti secondo quanto previsto dalla norma e dall’università;
  • è consentito l’accesso in ospedale ai volontari in possesso di Green Pass e le cui associazioni di appartenenza abbiano presentato alla Direzione Sanitaria un protocollo di prevenzione e controllo del COVID-19;
  • sono riaperte le sale gioco di reparto;
  • rimangono chiusi i seguenti spazi comuni: cucine di reparto, sale di attesa a uso libero e locali per attività collettive (istituzionali e associative);
  • è applicato l’assetto per le attività di Terzi (fornitori, cantieri, ecc…) disposto dalle normative vigenti, con percorsi completamente separati da quelli assistenziali;
  • è applicato l’assetto delle attività scolastiche e religiose disposto dalle Rispettive Istituzioni;
  • si mantengono le forme di agevolazione tecnologica per la fruizione delle prestazioni da remoto.

Accesso in ospedale

L’orario di apertura/chiusura dell’ospedale, in parallelo con gli orari di svolgimento dell’attività sanitaria non urgente, è dalle 6 alle 20.

L‘accesso dopo le ore 20 deve essere di volta in volta autorizzato dal servizio interessato per situazioni particolari e/o contingenti.

L’accesso all’interno della cinta ospedaliera dell’Istituto Gaslini è consentito PREVIA ESIBIZIONE DEL BADGE PERSONALE, OVVERO DELLA TESSERA SANITARIA, MASCHERINA CHIRURGICA SUL VISO E TEMPERATURA CORPOREA < o = a 37,5°C.

Di seguito il file scaricabile con tutti i dettagli di orari e accessi pedonali e carrabili

MAPPA ACCESSI ISTITUTO GASLINI

Di norma è consentita la presenza di un solo accompagnatore (genitore/caregiver).

In ostetricia sono ammessi i padri o altra persona identificata dalla paziente per assistere al parto.

È consentito di norma l’ingresso in Istituto solo a visitatori in possesso di Certificazione Verde (Green Pass) COVID-19 (di cui all’art. 9 del D.L. 22.04.2021, n. 52).

  • I visitatori saranno di norma ammessi se di età superiore ai 12 anni;
  • Nel caso in cui all’interno del reparto si riscontrasse la presenza tra gli ospiti di soggetti positivi a SARS-CoV-2, l’accesso ai visitatori è consentito esclusivamente sulla base delle valutazioni della direzione sanitaria;
  • È consentita una visita ad inizio ricovero al fine di poter garantire il necessario supporto alla degenza del paziente (es: fornitura vestiti, tablet/smartphone o altro materiale richiesto dal paziente, ecc..); le successive visite dovranno essere garantite se il periodo di degenza previsto è superiore alle 72 ore;
  • Per ogni paziente sarà ammesso un unico visitatore al giorno, per un periodo massimo di 20 minuti, negli orari previsti dalla UO. Per le stanze con più letti sarà consentita la presenza di un solo visitatore per stanza in più fasce orarie di accesso, una per ciascun paziente presente nella stanza.

Qualora il visitatore segnali difficoltà di qualsiasi natura nel reperire il proprio Green pass, dovrà presentare la documentazione comprovante la condizione equivalente ad esso, ovvero:

  • Referto di test antigenico negativo effettuato entro le 48 ore dall’accesso;
  • Referto di test molecolare negativo effettuato entro le 72 ore dall’accesso;
  • Certificato vaccinale anti-SARS-CoV-2, in cui risultino passati almeno 15 giorni dalla prima dose;
  • Malattia pregressa negli ultimi 6 mesi, con attestazione di guarigione successiva.

Il possesso della Certificazione Verde non sostituisce in alcuna forma il rispetto delle misure di prevenzione e contrasto della diffusione del contagio (distanziamento, uso di mascherina chirurgica e lavaggio frequente delle mani).

Accesso per pazienti e accompagnatori per prestazioni ambulatoriali

È consentito l’accesso in ospedale senza test di screening per prestazioni ambulatoriali in pazienti e accompagnatori asintomatici, previa compilazione della SCHEDA DI VALUTAZIONE ACCESSO AMBULATORIALE, scaricabile qui di seguito

SCARICA LA SCHEDA

Accesso da pronto soccorso DEA (dipartimento di emergenza/urgenza e accettazione)

PAZIENTI E ACCOMPAGNATORI

Test antigenico di screening in tutti i casi di accesso alle prestazioni di Pronto Soccorso, compreso l’accesso urgente in sala operatoria, salvi i casi di oggettiva impossibilità dovuta all’urgenza, valutati dal personale sanitario.

Accesso in ricovero programmato

PAZIENTI E ACCOMPAGNATORI

Test di screening antigenico entro 48 ore, o molecolare entro 72 ore, antecedenti l’ingresso in ospedale, nei seguenti casi:

  • Ricoveri ordinari programmati
  • Day Surgery
  • Day Hospital, SOLO in caso di procedure in sedazione.

Il test può essere effettuato, oltre che in Istituto, presso i centri che rilasciano un referto abilitante al “Green Pass” sul territorio nazionale.

PAZIENTI PROVENIENTI DALL’ESTERO:

Verranno verificate dai reparti le prescrizioni relative all’eventuale quarantena disponibili sul sito www.viaggiaresicuri.it. Per casi particolari/urgenti sarà possibile richiedere la deroga all’effettuazione della quarantena attraverso specifica richiesta al Ministero della Salute (https://www.salute.gov.it/portale/nuovocoronavirus/dettaglioContenutiNuovoCoronavirus.jsp?lingua=italiano&id=5411&area=nuovoCoronavirus&menu=vuoto&tab=8)

 

Protezione e tutela delle persone in ospedale:

La sicurezza e la protezione a tutela delle persone permangono come obiettivo di massima importanza. È confermato il complesso di misure di igiene e sanità pubblica funzionali al contenimento del rischio di trasmissione di microrganismi.

  • si ribadiscono le misure di igiene e di precauzioni universali e l’applicazione della dress policy ordinaria e della policy sui dispositivi di protezione individuale, prevedendo in particolare l’obbligo di utilizzo della mascherina chirurgica per accedere e in tutti gli ambienti dell’Istituto, del distanziamento sociale e della sicurezza dei percorsi di accesso e stazionamento delle persone;
  • Sono predisposti percorsi separati che evitino la possibilità del contatto fra gli utenti esterni e i malati COVID-19 o sospetti tali.
  • L’accesso deve avvenire, in linea di principio, previa prenotazione, sia per le prestazioni sanitarie che per quelle amministrative.

Per approfondimenti: VADEMECUM PROTEZIONE E TUTELA DELLE PERSONE IN OSPEDALE

Prestazioni sanitarie:

L’erogazione delle prestazioni è determinata in base a criteri di priorità clinica.

  • Verrà ripristinato l’ordinario numero di prestazioni ambulatoriali erogate nell’ora per singola disciplina, con prenotazione (compreso il punto prelievi). Sarà garantito l’orario di apertura nella fascia 8-20 dal lunedì al venerdì, festivi esclusi;
  • sono sospese le telefonate di valutazione prima degli appuntamenti. Pazienti e genitori/tutori dovranno provvedere a scaricare e compilare l’apposito modulo di autodichiarazione che dovrà essere consegnato al momento della prestazione.

SCARICA LA SCHEDA VALUTAZIONE PER ACCESSO AMBULATORIALE

Servizi a distanza:

Nel merito dei servizi di consulenza a distanza e di telemonitoraggio per dare risposta ai problemi di salute non urgenti dei pazienti costretti a casa per l’emergenza Coronavirus:

  • gli esperti del Gaslini sono a disposizione delle Mamme e Famiglie, al telefono o via web (vedi sito), per fornire informazioni e suggerimenti e verificare che non vengano trascurate terapie o rimandati controlli in Ospedale necessari;
  • parallelamente, gli Specialisti del Gaslini hanno attivato una specifica linea telefonica dedicata per i colleghi delle altre pediatrie ospedaliere liguri e pediatri di libera scelta

Sono stati attivati al momento servizi di telemonitoraggio in:

  • endocrinologia e diabetologia
  • emostasi e trombosi
  • sedute domiciliari di dialisi peritoneale automatizzata
  • sedute domiciliari di riabilitazione

e di teleconsulto in:

  • chirurgia ricostruttiva e della mano
  • neuropsichiatria infantile
  • fibrosi cistica
  • dermatologia, anche per la valutazione di lesioni cutanee riconducibili a COVID
  • emato-oncologia

VAI ALLA SEZIONE GASLINI A DISTANZA